Osteopatia

Che cos’è l’OSTEOPATIA?

I principi della filosofia osteopatica originano dagli insegnamenti del chirurgo americano Dr Andrew Taylor Still (1828-1917). Egli era un medico del Midwest americano che, insoddisfatto della qualità delle cure che la medicina tradizionale offriva, ipotizzò, da riformatore anticonformista, un innovativo sistema di valutazione e trattamento che chiamò “osteopatia“.

“L’Osteopatia, o Medicina Osteopatica, è una filosofia, una scienza e un arte. La sua filosofia comprende il concetto di unità di struttura e di funzione del corpo, in salute e in malattia. La sua scienza include le scienze chimiche, fisiche e biologiche in relazione alla conservazione della salute e alla prevenzione, cura e lenimento della malattia. La sua arte è l’applicazione della filosofia e della scienza nella pratica della medicina e chirurgia osteopatica in tutte le sue branche e specialità”.

I QUATTRO PRINCIPI della FILOSOFIA OSTEOPATICA

I quattro principi chiave della filosofia osteopatica sono :

  1. Il corpo è un’unità; la persona è un’unità di corpo, mente e spirito.
  2. Il corpo è capace di autoregolazione, di autoguarigione e di conservazione della salute.
  3. La struttura e la funzione sono in relazione reciproca.
  4. Una terapia razionale poggia sulla comprensione dei principi base dell’unità del corpo, dell’autoregolazione e dell’interrelazione di struttura e funzione.

 

Chi è l’OSTEOPATA?

L’osteopata è una figura professionale riconducibile al settore delle medicine non convenzionali. È un’evoluzione della medicina manuale con un approccio olistico del corpo umano. L’individuo è visto come un’unità, dove struttura e funzione sono interconnesse. L’osteopata cerca di riarmonizzare il sistema ridando mobilità alle strutture anatomiche.

Con l’approvazione del DDL Lorenzin 1324B del 22 dicembre 2017, è stata individuata ed istituita la Professione sanitaria dell’Osteopata.

Atto Gazzetta Ufficiale

 

A chi è rivolta L’OSTEOPATIA

Questa disciplina è rivolta a qualsiasi età, da quella pediatrica a quella geriatrica, e vi è possibilità anche per le donne in stato di gravidanza.

L’osteopatia e i suoi BENEFICI

Secondo i principi osteopatici, l’operatore cerca di ridare armonia tenendo conto dell’unità del corpo. Per questo motivo gli ambiti d’interesse sono molto vari. Per esempio si affrontano problematiche del sistema muscolo-scheletrico come i dolori articolari e vertebrali, le lombalgie, dolori cervicali, da trauma, ernie del disco, artrite, contratture, tendiniti e problemi posturali.

Approcciamo a livello viscerale per migliorare la funzionalità del tratto digestivo. Alcuni trattamenti frequenti sono per ernia iatale, stipsi, colite e acidità gastrica. Nei casi di disfunzioni all’apparato uro-genitale si può avere beneficio per i dolori mestruali, amenorrea e sindrome post-parto. Alcune tecniche sono impiegate anche contro cefalee, disturbi del sonno, nevralgie, problemi circolatori agli arti e in caso di congestioni a livello venoso e linfatico. Può essere utilizzata l’osteopatia anche in caso di riniti, vertigini, sinusite cronica, otite o sindrome del tunnel carpale.

I BAMBINI possono essere trattati con l’osteopatia?

Molti pediatri consigliano trattamenti osteopatici per cercare di prevenire e intercettare disturbi futuri dell’individuo. S’interviene già in ambito neonatale. Alcuni esempi di intervento possono essere il trattamento della scoliosi, i problemi ortodontici e le otiti recidivanti.